Allevamenti: professionali o amatoriali?

Gli allevamenti di bulldog americano in Italia sono decine e decine. Ovviamente, però, non tutti gli allevamenti sono uguali. Principalmente possiamo distinguerli in allevamenti professionali e amatoriali.

Parlando del prezzo del bulldog, abbiamo visto che questo cambierà a seconda che il cucciolo sia comprato in negozio, in allevamento o da un privato. Ma il prezzo cambia anche tenendo conto del tipo di allevamento? La risposta è sì. Infatti un allevamento professionale, solitamente, ha prezzi più elevati.

In questo articolo scopriremo quali sono le differenze tra allevamenti professionali e amatoriali e vedremo quali sono i criteri per scegliere il giusto allevamento!

Differenze tra professionale e amatoriale

In Italia abbiamo due tipi di allevamento previsti dalla legge: professionale e amatoriale. Questa disciplina è regolata dalla Legge 349/1993, che si occupa appunto delle “Norme in materia di attività cinotecnica”. Un successivo decreto ha posto le condizioni necessarie affinché un allevamento possa classificarsi come professionale:

  1. Le fattrici presenti all’interno dell’allevamento devono essere almeno cinque;
  2. Il numero di cuccioli prodotto ogni anno non deve essere inferiore a 30.

Se si rispettano entrambe le condizioni, l’allevatore sarà un imprenditore agricolo e l’allevamento sarà classificato come professionale. Nel caso contrario in cui non si rispettino queste due condizioni, l’allevamento sarà di tipo amatoriale. Uno dei problemi principali che riguardano questa normativa, però, è che chiunque abbia un cane di sesso femminile e una successiva cucciolata verrà automaticamente considerato un allevatore amatoriale. Non si tiene affatto conto degli studi effettuati e della passione e impegno messo.

Che tipo di allevamento scegliere?

La fatidica domanda è senza dubbio questa. È meglio fidarsi di un allevamento professionale o di un allevamento amatoriale? Quale dei due può dare più sicurezza? La risposta, come quasi sempre, è: dipende. L’affidabilità e la serietà di un allevamento (e soprattutto degli allevatori) non è data solo ed esclusivamente dall’essere professionale o meno. Ci sono infatti persone che pur essendo allevatori “solo” amatoriali sulla carta, hanno molte più competenze di allevatori professionali! Come scegliere l’allevamento allora? Vediamo alcuni criteri generali che vi permetteranno di scegliere un allevamento in modo più consapevole!

1. Quante razze vengono allevate

Alcuni magari possono non farci caso, ma è un elemento da non sottovalutare affatto. Cercate sempre di preferire chi si occupa solo di una razza canina piuttosto che affidarvi a qualcuno che deve stare dietro a più razze tutte diverse tra di loro. Un allevatore serio si dedica anima e corpo ai suoi cani, li conosce dal primo all’ultimo! Conosce le caratteristiche di ognuno di loro, sa quali problemi potrebbero avere e si impegna per far sì che abbiano tutto quello di cui hanno bisogno.

2. Lo spazio a disposizione

Un allevatore serio, specie se ha molte fattrici, ha un grande spazio a disposizione per i suoi cani e per i futuri cuccioli. Diffidate da chi ha solo un paio di stanze o gabbie a disposizione.

3. Il Pedigree

Abbiamo già parlato di quanto sia importante e fondamentale che un cane abbia il suo pedigree. Va da sé che la serietà dell’allevatore si vedrà anche in questo: se cerca di eludere la questione, se ignora l’argomento o se (peggio ancora) vi dice che il pedigree non è importante…scappate a gambe levate! Un professionista dovrebbe piuttosto spiegarvi l’importanza di questo documento, non il contrario.

4. I genitori dei cuccioli

È buona norma anche poter visionare i genitori del cucciolo, sia per farsi un’idea su come diventeranno in futuro ma anche per constatare il loro stato! Se l’allevatore trova scuse o si rifiuta di farveli conoscere, potrebbe essere un indice di poca affidabilità e serietà.

Il nostro consiglio è sempre quello di affidarsi ad allevatori seri. Gli allevatori seri sono quelli che si occupano a tutto tondo dei loro cani e dei loro cuccioli. Sono quelli che hanno studiato e ancora studiano per far sì che i cuccioli nascano sani. Gli allevatori seri conoscono gli standard di razza e li rispettano. Assistono al parto, curano i loro cuccioli dal loro primo momento di vita. Non fidatevi di chi “svende” i propri cuccioli: come ogni genitori vorrebbe i suoi figli in mani sicure, un allevatore serio si assicura che il proprio cucciolo vada in mani fidate.

 

Resto aggiornato mi iscrivo alla Newsletter

Chiudi il menu