Quanto e quando mangia un Bulldog Americano?

Hai appena acquistato un bellissimo cucciolo di Bulldog Americano e adesso ti zampetta per casa festoso e scondinzolante, guardandoti con i suoi languidi e dolci occhi innamorati. Il tuo principale obiettivo, e anche la tua primaria preoccupazione, è quello di prenderti cura di lui nel migliore dei modi, garantendogli una perfetta crescita psico-fisica. Qual è il primo passo da fare? Naturalmente capire come, cosa, quanto e quando dargli da mangiare.

Il Bulldog Americano ha sempre fame!

In effetti questa è un’affermazione un po’ falsa e tendenziosa, perché la frase corretta sarebbe: “i cani, in generale, hanno sempre fame”. Spesso non si tratta di vero e proprio appetito ma, semplicemente, del loro istinto. Il cane non sa se e quando gli verrà messo a disposizione del cibo, quindi vive praticamente tutta la sua vita cercando occasioni utili ad accaparrarsene un po’. Prima regola: non farti impietosire dalle sue scene da povero cucciolo affamato e cerca di regolare in maniera attenta e calibrata la sua alimentazione. Questo per due motivi fondamentali:

  • abituare un cucciolo a ricevere del cibo fuori pasto e ad assaggi continui di leccornie e golosità potrebbe renderlo capriccioso per quanto riguarda l’alimentazione. In poche parole, il furbo capirebbe che ha a disposizione una vasta scelta di delizie e comincerebbe a rifiutare la sua pappa per scoprire quali potrebbero essere le alternative;
  • sovralimentare un cane è deleterio per la sua salute, perché lo porterebbe al sovrappeso, con l’aggiunta di tutte le problematiche ad esso correlate a livello osseo, scheletrico e cardiaco.

Come alimentare un cucciolo di American Bulldog?

Se hai appena portato a casa un cucciolotto di Bulldog, probabilmente avrà tra i due e i tre mesi di età. In questa fase di crescita il cucciolo ha bisogno di fare almeno tre pasti al giorno, a distanza di otto ore l’uno dall’altro. È possibile che l’allevatore ti abbia consigliato una marca di crocchette alla quale è abituato: non cambiargli il cibo almeno per una decina di giorni. Il cucciolo sta vivendo un momento di stress: ha cambiato casa, ha lasciato la mamma e i fratellini. Sostenere un cambio alimentare in una fase così delicata potrebbe essere troppo dura per lui. Se il cibo raccomandato dall’allevatore non ti convince potrai sempre scegliere una valida alternativa con l’aiuto del tuo veterinario più avanti. Ecco come impostare l’alimentazione di un American Bulldog di 60-90 giorni:

  • pesa il cagnolino;
  • controlla sulla confezione delle crocchette qual è la porzione raccomandata per i cuccioli del suo peso;
  • suddividi tale razione in tre pasti
  • offri al cucciolo tre pasti al giorno, uno ogni otto ore: per esempio la colazione alle 8, il pranzo alle 16 e la cena a mezzanotte

In questa fase è fondamentale monitorare settimanalmente il peso del cucciolo per due motivi importanti:

  • controllare che stia crescendo e quindi avere un feedback positivo sul protocollo alimentare che si sta utilizzando;
  • adeguare la porzione giornaliera di cibo al peso che aumenta.

E per quanto riguarda l’alimentazione del Bulldog Americano adulto?

Quando il tuo cucciolo di American Bulldog avrà 4-5 mesi potrai passare alla formula dei due pasti al giorno. Naturalmente il processo dovrà essere graduale. Durante le prime settimane, per esempio, potrai suddividere la razione giornaliera così:

  • 45% di porzione la mattina;
  • 10% il pomeriggio;
  • 45% la sera

In questo modo abituerai il cucciolo ai due pasti principali evitando però di lasciarlo a digiuno per molte ora fin da subito. A poco a poco, passerai a quello che sarà il suo standard alimentare per tutta la vita: un pasto la mattina e uno la sera, a circa 12 ore di distanza.

Perché alcuni cinofili consigliano di somministrare al Bulldog Americano un unico pasto?

Esiste una corrente di pensiero che sostiene che i cani, e nella fattispecie gli American Bulldog, debbano mangiare una volta al giorno. È un concetto superato, che apparteneva ai cinofili degli anni ’80 ed è stato ampiamente smentito da studi più moderni e attuali. Suddividere la razione giornaliera di cibo in due pasti anziché offrirla in un’unica soluzione, ha moltissimi vantaggi per la salute del cane:

  • evita che il Bulldog arrivi affamato all’ora della pappa e che per questo mangi troppo velocemente, mettendosi a rischio di fare indigestione o restare vittima di una torsione di stomaco;
  • evita che il cane possa avere, nel corso della giornata, sbalzi glicemici e metabolici che comprometterebbero il suo benessere;
  • mangiando più volte al giorno si stimola il metabolismo del cane, che così resta attivo e non lo predispone all’obesità.

Alcuni consigli utili per alimentare nel miglior modo possibile il proprio Bulldog Americano

Ecco una serie di accortezze che si possono mettere in pratica per garantire al proprio AB un piano alimentare perfetto, propedeutico a sostenere la sua buona forma fisica e il suo umore allegro e vivace:

  • l’orario ideale per i pasti estivi è 8-20, così da evitare di appesantirlo nelle ore più calde e afose;
  • durante l’inverno, o nei periodi in cui il Bulldog Americano fa molta attività, è possibile incrementare la razione di cibo media del 5%;
  • mai incitare il Bulldog a giocare o correre subito dopo i pasti, meglio convincerlo a restare tranquillo per almeno 2-3 ore;
  • se si porta il Bulldog in passeggiata subito dopo mangiato fargli tenere un’andatura moderata ed evitare corse e giochi sfrenati. La sgambata all’area cani meglio programmarla per il pomeriggio, quando ha già digerito la colazione e la cena è lontana.

Gli sforzi eccessivi in prossimità del pasto non fanno bene all’American Bulldog che, essendo un cane di taglia medio-grande è più a rischio, rispetto ad altre razze, per quanto riguarda la torsione dello stomaco.