L’alimentazione del Bulldog Americano

L’alimentazione del Bulldog Americano: a quali cibi o ingredienti fare attenzione?

Tutti i veterinari, gli allevatori, gli esperti cinofili e gli amanti dei cani lavorano alacremente da anni per diffondere un concetto fondamentale riguardo l’alimentazione del cane: non dargli mai i cibi cucinati o confezionati per noi. Perché? Quanto c’è di vero e quanto di esagerato in questo “nazismo alimentare” da parte dei più grandi conoscitori del mondo canino?

Perché è sconsigliato offrire al proprio American Bulldog il cibo casalingo?

I Bulldog Americani sono spesso molto voraci e, soprattutto, golosi. Il cane, in generale, è sempre attratto da ciò che mangia il suo umano. Chi di noi non conosce quella sensazione, così familiare, provocata dallo sguardo implorante del proprio cane mentre si è seduti a tavola? Chi di noi non ha pensato, almeno una volta nella vita, che il proprio cane potrebbe tranquillamente vincere un Oscar per la recitazione della parte drammatica del quattrozampe affamato e denutrito?

Nonostante ci si senta cattivi e crudeli a non concedergli neanche un assaggino, bisogna imporselo. Purtroppo, la maggior parte dei nostri cibi è potenzialmente molto dannosa per la salute dei cani in generale e del Bulldog Americano in particolare, famoso per la delicatezza del suo intestino. Intendiamoci: se ogni tanto si fa assaggiare al proprio BA un pezzetto di bistecca, di pollo o un biscotto secco non succede nulla, a parte il fatto che si rischia di viziarlo. È però importante conoscere quali sono gli alimenti da evitare assolutamente.

Quali sono gli alimenti che un Bulldog Americano non deve mai mangiare?

A volte, pur essendo in perfetta buonafede, si può rischiare di compiere azioni decisamente pericolose nei confronti del proprio cane. Esistono alcuni alimenti, per noi umani innocui e deliziosi, che possono essere tossici e pericolosi per i nostri amici con la coda. Sapere quali sono è fondamentale per proteggere la loro salute e il loro benessere. Ecco l’elenco completo dei cibi da non offrire mai, per nessun motivo, al proprio American Bulldog.

La cioccolata: contiene teobromina, un enzima potenzialmente letale per il cane. Soprattutto se si parla di cioccolato fondente, che è anche ricco di caffeina, l’abbinamento di queste due sostanze può scatenare una violentissima crisi tossica nel cane, che può condurlo anche alla morte.

Uva e uvetta: il sapore dolce dell’uva e il suo profumo attirano e ingolosiscono i cani. Nonostante questo è vietato far loro assaggiare questo delizioso frutto, perché nei suoi semini è presente una sostanza che può renderli letargici e danneggiare i loro reni.

Latte: si pensa che questo prezioso alimento sia salutare per tutti i cuccioli, inclusi quelli di Bulldog Americano. Nulla di più sbagliato: l’uomo è l’unico mammifero in grado di digerire il latte dopo lo svezzamento. I cuccioli di cane smettono di produrre la lattasi, cioè l’enzima specifico per l’assorbimento intestinale del latte, appena concluso il periodo di allattamento materno. Offrire latte al proprio American Bulldog potrebbe scatenargli forti dolori addominali e diarrea emorragica.

Aglio e cipolla: questi due ortaggi saporiti, spesso utilizzati per valorizzare il gusto e il profumo dei condimenti e degli intingoli destinati all’alimentazione umana, sono molto pericolosi per i cani. Infatti, distruggono i loro globuli rossi, portandoli a soffrire di gravi forme di anemia.

Dolci e zucchero: i cani non utilizzano gli zuccheri a scopo energetico, quindi non li assorbono adeguatamente. Offrire al proprio Bulldog Americano troppi alimenti zuccherini significa fare in modo che la sua glicemia si alzi eccessivamente e resti in fase di picco per diverse ore. Questo comporta vomito, iperattività, agitazione e, in alcuni casi, disidratazione e debolezza.

Ossa: chiariamo una volta per tutte il concetto che i cani, nonostante l’iconografia e la convinzione radicata di molti, non devono mangiare le ossa. Infatti, quelle appuntite o scheggiate del pollame possono recidere l’intestino e provocare gravi emorragie interne. Quelle che si sbriciolano, invece, possono portare a occlusioni intestinali anche gravi.

Se proprio si vuole gratificare il proprio Bulldog Americano e offrirgli un bell’osso sul quale allenare le sue potenti mandibole bisogna optare per ossa spugnose di ginocchio bovino, da bollire preventivamente. In alternativa, gli si può comprare un osso di pelle di bufalo, anche se c’è da considerare che in questi prodotti commerciali spesso sono presenti appetizzanti e aromi, che potrebbero compromettere il senso del gusto del cane, spingendolo poi a rifiutare il suo cibo abituale.

Pomodori, agrumi e cibi acidi in generale: tutti gli alimenti ad alto tasso di acidità possono, a lungo andare, irritare lo stomaco dell’American Bulldog e favorire l’insorgere di gastriti croniche e ulcere.

Sale: mai salare il cibo del cane né permettergli di assaggiare pietanze molto condite. Il sale infatti contiene tantissimo sodio, che in quantità eccessive può far insorgere problemi renali, calcoli, infezioni urinarie e, in alcuni casi, patologie cardiache.

E gli snack creati appositamente per loro?

Il mercato del pet-shop offre una serie infinita di snack con i quali viziare i propri amati Bulldog Americani, spesso confezionati in packaging accattivanti, che mirano più a soddisfare l’occhio umano che il palato canino. Siccome sono anche piuttosto costosi e spesso realizzati con ingredienti di pessima qualità, ecco alcune ottime alternative per premiare i propri Bulldog in maniera sana ed equilibrata:

  • una fettina di mela, pera o banana, tre frutti ben tollerati dai cani;
  • un pezzettino di Parmigiano Reggiano o Grana Padano, che pur essendo latticini non fanno male al cane perché lungamente stagionati;
  • una carota cruda da sgranocchiare che, provare per credere, molti cani amano

Del resto, ogni tanto hanno diritto anche loro a una piccola leccornia, soprattutto se questa non compromette la loro salute.

E per quanto riguarda i cibi commerciali? Sono sicuri?

Quando si sceglie il tipo di cibo secco con cui nutrire il proprio American Bulldog bisogna leggere attentamente l’etichetta, esattamente come si fa quando si comprano gli alimenti per noi. Ecco quali sono gli ingredienti che non devono mai essere presenti in una buona crocchetta:

  • grano;
  • mais;
  • ossa triturate;
  • zucchero;
  • sale

Un’etichetta che non include questi alimenti è da considerarsi garanzia di un ottimo cibo secco adatto anche ai Bulldog Americani più sensibili.