intolleranze alimentari del Bulldog Americano

Le intolleranze alimentari del Bulldog Americano: quali sono, come si diagnosticano, come si curano

Il Bulldog Americano è tendenzialmente un cane dalla struttura fisica solida e forte, non particolarmente delicato, piuttosto longevo e decisamente semplice da curare dal punto di vista della salute. Ha un unico punto debole: l’intestino delicato e una propensione allo sviluppo di allergie e intolleranze.

Il Bulldog Americano e i problemi alimentari: differenza tra allergia e intolleranza

Esattamente come accade agli umani, un American Bulldog può soffrire di disfunzioni metaboliche che lo portano a diventare un soggetto allergico o intollerante verso alcuni cibi. La prima cosa da sapere è la differenza che intercorre tra i termini medici “allergia” e “intolleranza”.

L’allergia è una vera e propria patologia. Quando un Bulldog è allergico a un determinato cibo il suo organismo non lo riconosce come una fonte genuina di nutrimento ma come una sostanza tossica. Per questo scatena una serie di reazioni, spesso così gravi e importanti da portare alla morte, come nel caso dello shock anafilattico.

L’intolleranza è invece una semplice incapacità di assimilare e digerire correttamente un cibo. Il processo digestivo diventa laborioso e provoca diversi disturbi, spesso talmente lievi da passare inosservati per anni.

L’allergia alimentare nel Bulldog Americano: come si riconosce, i sintomi, le caratteristiche

Un Bulldog Americano allergico a un determinato alimento, solitamente mostra sintomi piuttosto chiari fin dalla tenera età. Per esempio:

  • non cresce correttamente né per quanto il peso né per quanto riguarda lo sviluppo di massa muscolare;
  • ha un mantello rado, spento, dall’aspetto poco sano;
  • soffre continuamente di vomito e diarrea, a volte anche con presenza di muco e sangue;
  • si mostra inappetente, poco interessato al cibo, spesso addirittura spaventato al momento del pasto;
  • nei casi più gravi possono presentarsi ulcere e ferite purulente sulla pelle e difficoltà respiratorie

L’allergia a un alimento può insorgere anche in età adulta, seppure questa sia un’ipotesi rara e solitamente associata ad altri tipi di patologie metaboliche, ormonali o intestinali. Molto più comunemente le allergie si palesano entro i sei mesi di età del cucciolo. Se il proprio Bulldog Americano presenta uno o più di questi sintomi è caldamente consigliato richiedere una consulenza veterinaria perché, se trascurate, le crisi allergiche possono mettere in pericolo la vita del cane.

Ricordiamo che lo shock anafilattico, caratterizzato da difficoltà di respirazione, aumento del battito cardiaco, bava alla bocca e convulsioni è un’emergenza veterinaria e va risolta entro pochi minuti dall’inizio della crisi. Fortunatamente, i casi di franca allergia sono estremamente rari nei Bulldog Americani, che sono più soggetti all’intolleranza alimentare.

L’intolleranza alimentare nel Bulldog Americano: cos’è, come riconoscerla, quali sono i sintomi

L’intolleranza alimentare è una condizione piuttosto comune nei Bulldog Americani e in tutti i cani di media e grande taglia in generale. Si tratta di un disturbo che non mette assolutamente in pericolo di vita il cane ma che può provocare un corollario di sintomi così vasto e variegato da essere difficilissimo da individuare e diagnosticare. Ecco quali sono i sintomi più comuni dell’intolleranza alimentare nel Bulldog Americano:

  • il cane vomita spesso cibo intero o solo parzialmente digerito, diverse ore dopo il pasto;
  • ha spesso l’addome gonfio, che produce i tipici rumori della digestione, detti borborigmi;
  • soffre di meteorismo e l’aria che espelle è particolarmente maleodorante;
  • è stitico o, al contrario, ha spesso la diarrea o le sue feci sono di consistenza molle e di colore chiaro;
  • ha una lacrimazione oculare eccessiva;
  • si gratta continuamente e la sua pelle si desquama, producendo una sorta di forfora che offusca la bellezza e la lucentezza del pelo

Se il proprio American Bulldog presenta questa sintomatologia, pur godendo di buona salute per tutto il resto, sarebbe il caso di confrontarsi con il proprio veterinario e procedere con una valutazione atta ad escludere una o più intolleranze alimentari.

Diagnosi e cura delle allergie e delle intolleranze alimentari del Bulldog Americano

In caso di allergia alimentare, visto che si manifesta in maniera piuttosto chiara e violenta, al veterinario basterà vedere il cane durante una crisi per effettuare la diagnosi. Le allergie purtroppo non sono curabili, quindi il protocollo terapeutico consisterà nell’eliminazione completa degli alimenti incriminati e, eventualmente, nella somministrazione di cortisonici in caso di episodio acuto.

Per quanto riguarda le intolleranze, invece, il discorso è molto più complesso. La maniera meno invasiva e più semplice per diagnosticare un’intolleranza alimentare in un American Bulldog è rappresentata dalla dieta dell’esclusione settimanale. Ecco come si svolge:

  • si ipotizza quale sia l’alimento a cui il cane è intollerante (le opzioni più comuni sono: pollo, grano, pesce);
  •  elimina quel determinato alimento dalla dieta del cane per una settimana;
  • si valutano i miglioramenti

Se eliminando un alimento per alcuni giorni i sintomi regrediscono significa che il cane è proprio intollerante a quello e la cura consiste, semplicemente, nell’evitare di offrirgli quel cibo e scegliere una valida alternativa. Molti Bulldog intolleranti al pollo, per esempio, digeriscono perfettamente altre carni come il maiale, il cavallo, il manzo. In alcuni casi di comprovata intolleranza il veterinario potrà suggerire un cibo secco specifico o, semplicemente, la scelta di una crocchetta a base di pesce.

Se l’American Bulldog risulta intollerante a più alimenti, mettendo a dura prova il suo proprietario nella scelta del cibo da offrirgli, niente paura: in commercio esistono diverse tipologie di cibo secco anallergico di ottima qualità, perfetto per risolvere problematiche del genere.